Risorse Idriche

Disposizioni generali

Modello Organizzativo e di Gestione

Il modello organizzativo di Risorse Idriche si fonda sul rispetto dell'etica sociale, sulla sicurezza e sulla salute dei lavoratori. Per questo l’azienda si è dotata del Modello di Organizzazione e di Gestione (ex D. Lgs. 231/01).
Il “Modello” consiste in un sistema strutturato di regole e procedure finalizzate a ridurre il rischio di commissione dei reati contemplati nel Decreto. Il documento si compone di una parte generale e di cinque sezioni speciali, correlate alle tipologie di reati che si prefiggono di monitorare.

Nel sotto indicato link è presente il testo della parte generale del Modello
Modello di Organizzazione e di Gestione – Parte Generale

Le sezioni speciali sono:
- «Parte Speciale - I» suddivisa in appositi sezionali in relazione alle diverse tipologie di reato presupposto.
- «Parte Speciale - II» Reati di omicidio colposo e lesioni personali colpose commesse in Violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro ex. art. 25-septies.
- «ADDENDUM alla Parte Speciale - II» (area ambiente) circa i nuovi illeciti ambientali ex art. 25 undecies.
- «Parte Speciale - III» Reati ambientali ex. art. 25-undecies.
- «Parte Speciale - IV» Ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, nonché autoriciclaggio” in merito all’autoriciclaggio ex art. 25 octies;
- «Parte Speciale - V» Falso in bilancio ex art. 25 ter.

Inoltre, la scelta di adozione del Modello costituisce, così come il Codice Etico ed altri elementi della governance, un efficace strumento di sensibilizzazione nei confronti di tutti i soggetti che operano per conto di Risorse Idriche, affinché nell’espletamento delle loro attività, siano indotti a comportamenti ispirati dall’etica della responsabilità e conformi alle disposizioni di legge.

• Statuto visualizza
• Codice etico visualizza